Carnevale alemanno sul Lago di Costanza

La quinta stagione dell’anno

Con l’avvicinarsi della fine dell’inverno nella regione dei quattro Paesi sul Lago di Costanza arriva anche il Carnevale, che rappresenta un momento molto sentito. Le streghe e i giullari della tradizione riempiono le vie e portano con sé – nelle strade, come nei locali e nei luoghi adibiti alla festa – una speciale atmosfera carnevalesca. Ho Narro“, „Narri Narro“, „Juhu“, „Huhuhu“ sono gli inconfondibili motti e grida di queste giornate, caratterizzate anche dalle numerose sfilate e cortei che si tengono il giovedì grasso nelle diverse città, popolati da impressionanti maschere e costumi. In diverse località e paesi di tutta la regione si perpetuano riti talvolta antichissimi, che servono a scacciare l’inverno.

Immagini e Video

Date
28.02 - 06.03.2019 | giornaliero
Informazioni aggiuntive

Inoltre nel 2014 il carnevale-svevo-alemanno fu inserito nella lista mondiale dei beni culturali immateriali dell´UNESCO.

Ho Narro! - La più grande città del lago festeggia cosí
Con la tipica sfilata (07.02.2018), una delle tradizioni carnevalesche più antiche della Germania meridionale, i folli prendono il comando della città per i giorni a seguire. Nella sfilata chiamata "Hemdglonker" (il giovedí grasso, 08.02.2018) i partecipanti urlano e cantano per le strade, indossando delle vestaglie bianche. Un altro evento principale del carnevale di Costanza è la sfilata della domenica (11.02.2018) nella città antica.

Hänselejuck e il tribunale dei pazzi: alla scoperta dell´Überlinger See
Con le sue affascinanti piazze, gli antichi palazzi e le case eleganti, Überlingen è una delle città più incantevoli della costa del Lago di Costanza. Il sabato in cui si festeggia il carnevale (10.02.2018) è sicuramente il momento più adatto per farvi visita, quando le tradizionali e rumorose fruste vengono fatte schioccare nella medievale Franziskanertor e per le strade illuminate, per scacciare l´inverno (Hänselejuck). A Stockach, a nord-ovest di Überlingen, il giovedí grasso si fa spazio al tipico "alto tribunale dei pazzi di Stockach". Persone della vita pubblica, tra cui politici federali o statali, devono prestarsi a pungenti rimproveri e lamentele. 

Grida medievali e streghe nell´alta svevia
Alcune delle maschere più caratteristiche del carnevale svevo-alemanno si trovano nell´Alta Svevia. Qui risiede un´antica tradizione carnevalesca, che risale alla Grande Peste del XIV secolo. A Bad Saulgau la maschera chiamata Dorausschreier richiama a questo periodo ed è armata di un lungo bastone con un cestello in cima, pieno di cibo per i malati. Molto particolare è la danza delle streghe di Bad Waldsee, che a mezzanotte annuncia l´arrivo del giovedí grasso con una danza intorno al fuoco. A Bad Saulgau il venerdí di carnevale (09.02.2018) è dedicato ai bambini, che si mascherano e si colorano il viso con del carbone, per partecipare ad un grande ballo con giochi, dolcetti e molte altre leccornie.

Carnevale a San Gallo, in Liechtenstein e nel Vorarlberg
Bisogna alzarsi presto al mattino per non perdere il tradizionale "Aaguggete" nella città di San Gallo: il giovedí grasso alle 6:00 del mattino la città partimonio dell´UNESCO si sveglia e festeggia il carnevale con maschere, balli, coriandoli e musica tipica. Fino al martedí grasso è un continuo susseguirsi di eventi. Chi invece cerca maschere e sfilate nel vicino Principato del Liechtenstein, le troverà sicuramente nel paese di Schaan, dove il carnevale è molto popolare. L´ultima sera del carnevale (13.02.2018) i festeggiamenti raggiungono l´apice con dei focolai con cui vengono bruciate le streghe e vengono cantate canzoni tipiche attorno ad essi. Nel Vorarlberg i fuochi vengono accessi solo la prima domenica del periodo di quaresima. Con l´arrivo della sera viene bruciato un pupazzo di stoffa appeso ad un palo di legno.

Ermatingen festeggia l´ultimo carnevale del mondo
Il paese di pescatori, Ermatingen, nel canton Turgovia, festeggia il cosiddetto Carnevale dello Scazzone o "Groppenfasnacht" fino alla quarta domenica di quaresima (quest´anno cade l´11 marzo 2018). La tradizione dice che, dopo che Papa Giovanni XXII trovò rifugio ad Ermatingen durante il Concilio di Costanza, gli venne offerto dello scazzone grigliato, pesce tipico del lago. Per questo motivo ricompensò gli abitanti con la possibilità di poter festeggiare "l´ultimo carnevale del mondo", mentre altrove veniva imposta la penitenza. L´emblema del Groppenfasnacht di Ermatingen è lo scazzone, un enorme pesce di cartapesta, che non può assolutamente mancare in nessuna sfilata.