Vacanze senza confini

nella regione internazionale del Lago di Costanza
01.01.2018

Vacanze senza confini nella regione internazionale del Lago di Costanza

Degustare un calice di bianco fruttato guardando il sole che tramonta sull’acqua; percorrere il lungolago in bicicletta, perdendosi tra stradine e villaggi; ammirare chiese, castelli e abbazie ricche di opere d’arte e dai rigogliosi giardini disseminate in quattro Paesi: Germania, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein; raggiungere le vette alpine – magari d’inverno o all’inizio della primavera, quando ancora c’è la neve – e godere del magnifico panorama sul lago e le colline tutt’intorno; scoprire vere e proprie delizie del palato, come i pesci d’acqua dolce, i formaggi delle regioni alpine e le famose mele del Thurgau: questo e molto altro ancora si può fare nella regione internazionale del Lago di Costanza, anche in una sola giornata. Grazie agli eccellenti collegamenti via strada, acqua e aria le tante città, i siti di interesse storico e le attrazioni turistiche sono infatti comodamente e velocemente raggiungibili. Preferibile è però concedersi un po’ di tempo in più per scoprire la bellezza e la varietà della regione, uniche e dalle mille sfaccettature…

Un’oasi verde e blu nel cuore d’Europa

Incastonato tra Germania del sud, Svizzera, Austria e Principato del Liechtenstein, circondato da paesaggi di rara bellezza e da una natura varia e rigogliosa, il lago di Costanza (Bodensee in tedesco) è il terzo lago d’Europa; un immenso e preziosissimo serbatoio naturale di acqua potabile con una superficie di 572 km2 che vanta ben 273 chilometri di coste. Il fiume Reno, che ne è il principale immissario, entra nella parte orientale del lago e scorre invisibilmente verso ovest, percorrendolo in tutta la sua lunghezza. Dopo circa 60 chilometri il Reno riprende il suo aspetto di fiume poco prima della cittadina svizzera di Stein am Rhein, per arrivare a formare, qualche chilometro dopo, le più grandi e spettacolari cascate d’Europa vicino a Sciaffusa: una massa impressionante di 700 metri cubi d’acqua che precipita ogni secondo per 23 metri d’altezza e 150 metri d’ampiezza, regalando uno spettacolo insolito e affascinante. Ovunque dominano il blu dell’acqua e il verde della natura. Il Bodensee è tra l’altro famoso per i suoi paesaggi e i meravigliosi giardini. Quando si è qui, una tappa d’obbligo è visitare Mainau, conosciuta anche come “isola dei fiori”: un’oasi dove, grazie al clima mite del lago, prosperano 60 lussureggianti giardini, che ospitano anche piante esotiche come palme, alberi di limone, banane e buganvillea (www.mainau.de).

Storia e tradizioni tutte da scoprire

Fin dai tempi dei celti, dei romani e degli alemanni il lago è stato un fondamentale snodo per gli scambi e i commerci. Ancora oggi, la macro-regione del Lago di Costanza è parte di ben quattro Paesi, di cui rispecchia le tante tradizioni e le diverse culture. Le testimonianze della sua storia così lunga e ricca si incontrano ancor oggi praticamente ovunque, sia nelle località più raccolte, sia in quelle più grandi e famose. Costanza, la città più grande del Bodensee, vanta un centro storico fatto di piccole stradine medievali e casette storte – il Niederburg – antichi palazzi e un’imponente cattedrale. Costanza, nel quadriennio 2014-2018, celebra inoltre i 600 anni dal famoso Concilio che la vide ospitare le corti e le alte cariche ecclesiastiche di tutta Europa per l’elezione di un nuovo Papa. Anche Lindau, il cui delizioso centro storico si trova su un’isola collegata alla terraferma da un ponte, è famosa per i suoi edifici, i rigogliosi giardini e l’incantevole porto sul lago. Bregenz, capoluogo del Vorarlberg, si staglia elegante fra monti e lago, ed offre un affascinante mix di cultura – famosissimo è il suo Festival Musicale estivo – divertimento, shopping e natura. In Liechtenstein, la deliziosa Vaduz si raccoglie sotto al celebre castello principesco. Fra le tante cittadine più piccole si possono ricordare Wasserburg, antico villaggio di pescatori divenuto stazione climatica d’eccellenza, Meersburg con i suoi castelli, i giardini a terrazza sul lago e i vigneti, o ancora Stein am Rhein, celebre per le facciate dipinte del suo centro storico medievale. La regione ospita anche tre eccezionali siti UNESCO: l'isola monastica di Reichenau con le sue tre chiese romaniche e il complesso abbaziale di San Gallo – considerate culle della civiltà e della spiritualità europee – e i resti palafitticoli delle aree alpine, risalenti alla preistoria e rinvenuti in molte stazioni svizzere e tedesche attorno al lago e nelle sue acque, così come in Alta Svevia, sul Federsee.

I musei e i centri espositivi delle diverse cittadine del territorio espongono questi reperti affascinanti – come a Unteruhldingen, dove si trova il Pfahlbaumuseum, eccezionale museo all’aria aperta dove sono state ricostruite 23 abitazioni su palafitte del neolitico e dell’età del bronzo. Particolarmente celebre fra i tesori culturali di questo angolo d’Europa è anche la Strada del Barocco dell’Alta Svevia: oltre cento fra magnifiche chiese, cappelle e sontuosi palazzi che si susseguono come perle di una preziosa collana su un territorio famoso, ancora oggi, per la sua dedizione religiosa.

Sport, divertimento e relax tra le Alpi e il Lago

La regione del Lago di Costanza è un vero paradiso per chi ama la vita attiva. Gli appassionati di sport acquatici possono scegliere se cimentarsi, ad esempio, con lo sci d’acqua, il surf o la vela, mentre chi preferisce la terraferma troverà moltissime possibilità di gite ed escursioni, anche impegnative, nelle località  pre-alpine dell’area in estate e di attività con gli sci o le racchette da neve nella stagione invernale – per esempio nel Vorarlberg o  nel Principato del Liechtenstein. La ciclabile lungo il lago, che con i suoi 273 chilometri di percorso non si stacca quasi mai dalle rive, è uno degli itinerari più famosi fra gli appassionati di cicloturismo, e le aree montane e pre-montane offrono sentieri interessanti per chi preferisce la mountain-bike. La regione è anche conosciuta per i suoi numerosi campi da golf.  E dopo l’attività sportiva ci si può rilassare scegliendo fra le molte proposte benessere della regione, che vanta moltissimi spa hotel e strutture termali di altissimo livello.

Un paradiso per gourmet e amanti del vino

La regione del Lago di Costanza è internazionalmente conosciuta per i suoi vini e per la varietà e qualità dell’offerta gastronomica. Un terreno diversificato nella composizione e un clima mite sono il presupposto per la coltivazione della vite, iniziata qui 1.200 anni fa: diverse sono le tipologie di vini che vengono prodotti, ma le varietà sicuramente più famose sono il Müller-Thurgau – che è nato qui – e lo Spätburgunder, o Pinot Nero.  Non va però dimenticata la birra: nell’entroterra della regione del Lago di Costanza si contano circa 23 birrifici. La località di Tettnang, ad esempio, è conosciuta per il suo “oro verde”, o luppolo, considerato uno dei migliori al mondo, a cui è dedicato anche un museo. Le varie specialità culinarie della regione differiscono di Paese in Paese, ma sono tutte accomunate dalla qualità dei loro ingredienti freschi e genuini. Oltre ad avere una lunghissima tradizione, la coltivazione di viti e alberi da frutta è tuttora molto diffusa, e a partire dall'estate vigneti e frutteti iniziano a trasformare il paesaggio con i loro colori e i loro profumi: il rubino delle piantagioni di ciliegie, il rosso dei meleti, il viola scuro delle coltivazioni di prugne e il profumo inconfondibile delle pere Williams… Fra le specialità regionali vi sono poi il pesce, come il lavarello o il luccioperca del Lago di Costanza, formaggi, vini e distillati di pregio, serviti indistintamente sia nelle tradizionali trattorie a gestione famigliare, sia nei ristoranti più famosi.

Eventi per tutte le stagioni

Ogni stagione ha la sua bellezza sul Lago di Costanza: dalla primavera profumata all’estate gioiosa e spensierata, fino all’autunno dai mille colori e alle atmosfere ovattate e tranquille dell’inverno. Tra gennaio e marzo, in tutta la regione si celebra il Carnevale – che qui chiamano Fasnacht – con cortei, sfilate e processioni di maschere raffiguranti folli, streghe e demoni, che, come vogliono riti e tradizioni a volte antichissimi, scacciano il freddo e la brutta stagione. Durante tutta l’estate festival e momenti di festa e allegria si susseguono uno dopo l’altro lungo il lago e nelle zone limitrofe: celebri in tutta Europa sono i Bregenzer Festspiele, o  Festival Musicale di Bregenz, che ogni anno, tra luglio e agosto, trasformano la cittadina del Vorarlberg in un vero e proprio palcoscenico a cielo aperto, con un programma che prevede concerti, pezzi teatrali e spettacoli d’opera, condotti sul più grande palcoscenico galleggiante al mondo. Ma importanti sono anche il Festival di San Gallo, dedicato ogni anno dalla fine di giugno all’opera e alla musica, e la settimana di festa del Principato, che si tiene in Liechtenstein intorno alla metà di agosto e culmina con spettacolari fuochi d’artificio.  L’autunno è dedicato alle feste del raccolto e del vino, che si tengono un po’ ovunque nella regione – come ad esempio le celebrazioni nel cantone di Sciaffusa, accompagnate da sfilate in costume tradizionale dove non mancano fiori e carrozze - o le settimane delle mele, che celebrano il famoso frutto del Bodensee. Quando, infine, arriva l’inverno e l’atmosfera dei luoghi diventa più tranquilla e contemplativa, sul Lago di Costanza inizia un periodo particolarmente suggestivo. I tanti mercatini di Natale, allestiti attorno al lago e nelle vicine regioni alpine, offrono oggetti d’artigianato, prodotti regionali ed anche un programma di intrattenimento variegato, per la gioia di grandi e piccoli.

Ovunque, comunque: l’eccellente rete di trasporti della regione del Lago di Costanza

Esplorare la regione internazionale del Lago di Costanza è facile anche grazie agli eccellenti collegamenti via terra, acqua e aria disponibili in tutta l’area. La famosa Weiße Flotte, o flotta bianca, della Bodenseeschifffahrt collega praticamente ogni località del Bodensee, offrendo anche crociere tematiche e veri e propri tour. Tra Costanza e Friedrichshafen è attivo un veloce servizio di catamarano, mentre gli autotraghetti collegano regolarmente Costanza con Meersburg e Friedrichshafen con Romanshorn. I Paesi della regione sono collegati fra loro anche da frequenti servizi di autobus e corse in treno: con la Carta Giornaliera Euregio Bodensee  si può viaggiare sui bus, i treni e su due collegamenti in traghetto per muoversi fra Germania, Austria e Svizzera evitando lo stress della guida. Le vette Pfänder in Austria e Säntis in Svizzera, infine,  possono essere comodamente raggiunte in cabinovia.

BodenseeErlebniskarte

La BodenseeErlebniskarte (Carta dei Servizi del Lago di Costanza) è il modo più pratico per scoprire le escursioni e i punti di interesse della regione internazionale del Lago di Costanza. Le opzioni prevedono carte della durata dai 3 ai 14 giorni, che danno diritto all’ingresso gratuito o scontato a più di 160 attrazioni nella regione - come, ad esempio, il Pfahlbaumuseum di Unteruhldingen, i castelli di Meersburg e Salem, o lo Zeppelin Museum, fra gli altri, ma anche a centri termali e parchi divertimento  o alle cabinovie di montagna), e – a seconda del tipo di biglietto – a corse gratuite in battello. (www.BodenseeErlebniskarte.eu). 

11.113  caratteri. Riproduzione libera. E' gradita copia della pubblicazione.